Percorso

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Acque minerali.

L'aqua è l'elemento  base per la vita e il corpo umano è costituito per la maggior parte da questo elemento, maggiormente nei bambini ed inferiore nell'adulto.  Svolge una funzione importantissima regolando i processi biologici e digestivi favorendo l'azione degli enzimi e dei succhi intestinali.

Le acque minerali si definiscono tali quando il contenuto di sali è maggiore del residuo fisso previsto per le acque potabili.

Si dividono in :

Oligominerali, quando scaldate lasciano un residuo inferiore a 0,2 grammi per litro di sali, di rapido assorbimento ed eliminazione in tempi brevi. Sono adatte particolarmente a sciogliere le scorie organiche e inorganiche e a trasportarle fuori dall'organismo  con gli acidi urici e l'azoto. Molto favorevole per le funzioni renali. Molto consigliata per malati di gotta, infiammazione cutanea e calcolosi urinaria. 

Medio minerali, quando il residuo fisso non supera 1 grammo per litro, hanno un'azione intermedia tra le oligominerali e le minerali. Si dividono in medio-minerali bicarbonate, ferrugginose, sulfuree,solfate, arsenicali-ferrugginose.

Acque minerali, a seconda del loro contenuto in sali. Si dividono anch'esse in minerali bicarbonate, minerali salse (clorurato-sodiche), minerali sulfuree, minerali solfate e minerali arsenicali-ferrugginose. Hanno azioni meno importanti delle medio-minerali e oligominerali e vengono indicate talvolta per sostituire l'acqua potabile del rubinetto con forte sapore di cloro.

L'Italia è una penisola ricca di acque minerali medicamentose (termali) per l'organismo che ha bisogno di lavaggio lubrificante e di sali minerali. Gli italiani sono grandi consumatori di acque minerali.  Si consumano anche  molta acqua tonica, acqua addizionata di zucchero, acido citrico, aromi naturali (chinino) e anidride carbonica. A tal proposito posso dire che furono probabilmente gli Inglesi durante le loro guerre in India (verso la metà del 1800) ad inventare questa bevanda. Era necessario, per i soldati, resistere alla malaria e il chinino (estratto della china) era un ottimo antidoto assunto con abbondante acqua. Probabilmente i soldati in guerra non andavano troppo per il sottile a differenziare acqua dal gin (servito ai militari come corroborante) e, secondo i miei ragionamenti, fu in quei periodi che cominciò a diffondersi il gin&tonic. Se notate l'etichetta della tonica Schweppes, noterete la dicitura Indian tonic water.

Ritornando all'acqua e sue tipologie si consuma anche la soda (acqua fortemente addizionata di anidride carbonica e sali) e il ginger ale (acqua con aggiunta di aromi naturali,estratti di zenzero,anidride carbonica e acido citrico). Sulla stessa linea sono presenti sul mercato anche molte altre bibite per le quali cambia solamente l'ingrediente aromatizzante.

 

Aggiungi commento