Gio, Dic 13, 2018

La passione al servizio dei clienti

Per chi ama questo lavoro sa che un sottofondo musicale è molto importante e nella maggior parte dei casi, la professione, viene svolta in ambienti con musica;  lounge, ambience, hip hop, house o quant’altro. Per ascoltare un po’ di musica -emozionale-  vi consiglio di vedere questo sito ad opera di un musicista eccezionale che ho la fortuna di poterlo avere come amico. AMEMANERAMusica 300

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

La storia del Mojito.

Si dice che già il famoso pirata Francis Drake lo bevesse con la sua ciurma prima e dopo le scorrerie nel mare dei Caraibi verso il 1600, chiamandolo "dragon" -drago-. Ottenne una tale espansione nei Caraibi che tutti volevano la bevanda del capitano Drake che "spagnoleggiato" divenne draque e la bevanda draquesito. Negli anni '50 e '60 era già di tendenza nelle località turistiche dei Caraibi e si narra che il mitico scrittore Hemingway si facesse preparare il "suo" mojito alla Bodeguita del Medio dal barman Angelo Martinez negli anni '40. Contribuì molto con i suoi romanzi a divulgarne la conoscenza anche nel vecchio continente.

La preparazione. Come potrete vedere nel filmato (se vorrete), preparare un mojito non è complicato e l'importante, come sempre, è la pulizia. Lavate bene le mani, la menta, il lime. Gli attrezzi devono essere sempre ben puliti. Versate quindi un cucchiaio pieno di zucchero, l'ideale sarebbe zucchero bianco (raffinato) di canna da zucchero -come si usa fare a Cuba- ma in Europa è più caro di quello di barbabietola che usiamo tutti i giorni. Lo zucchero di canna grezzo andrebbe anche bene ma risalterebbe poco il colore della menta. A voi la scelta. Mezzo lime tagliato in otto pezzetti, tre tagli paralleli e uno trasversale, schiacciate bene con il pestello in modo che lo zucchero si amalgami bene con il succo di lime. Aggiungete una manciata di foglie di menta e pestate nuovamente ma non molto. Le foglie non si devono rompere troppo (antiestetico). Aggiungete ghiaccio a riempire il bicchiere (io uso tumbler un po' alti poichè presenta meglio, ma la quantità è sempre la stessa. Una dose abbondante di rum (circa 6 cl.) e un po' di soda water a completare. Miscelate il tutto bene con il cucchiaino lungo (barspoon) dal basso verso l'alto in diagonale, aggiungete un ciuffetto di menta a guarnire e con le cannucce il vostro mojito è pronto da servire.  Molto importante: più impegno metterete nella preparazione e più il vostro drink risulterà apprezzato, il nostro cliente ha piacere di vedere che il barman si sta impegnando molto nella preparazione della bevanda richiesta. Guarda il video e se ti è piaciuto offrimi un caffè, grazie e buona visione.

 

Pixel


Aggiungi commento